INFORMAZIONI IMPORTANTI DA LEGGERE PER VALUTARE LA PROPRIA PARTECIPAZIONE AL VIAGGIO:
 
QUANTO COSTA QUESTO VIAGGIO (il costo varia in funzioni di quanti sarete e che servizi di logistica desiderate)
FOTO DI ALCUNI DEI LUOGHI CHE VEDREMO
DOMANDE FREQUENTI SUI VIAGGI IN TUNISIA
PROCEDURE BRUROCRATICHE DI USCITA DALL'ITALIA / NAVIGAZIONE / ENTRATA IN TUNISIA
 
IL VIAGGIO E' PER: chi desidera avvicinarsi alla Tunisia con un approccio a 360°, un mix tra i classici viaggi/vacanza e quelli avventura. I percorsi sono adatti a: 4x4 di serie o SUV, moto enduro bicilindriche tassellate senza passeggera, o semi/tassellate enduro-stradali con passeggera (con le opportuna variazioni di percorso)
 
SI DORME IN : semplici e economici Hotels e campi tendati (è sempre possibile fare degli upgrade a Hotel più di lusso)
 
DA PORTARE: passaporto, luce frontale, ricambio di vestiti, cose personali (farmaci, "beauty-case"). 
 
 
LUNGHEZZA DEL VIAGGIO: 1600 km circa
 
L'itinerario, originale, è stato messo a punto dallo Staff di Camelus/Tunisialternativa. Durante questo viaggio fotografico esploreremo i principali aspetti del Sahara tunisino: il deserto montagnoso, il piccolo ecosistema della savana, i laghi salati, il deserto di sabbia... Visiteremo alcune interessanti località famose (tra le quali Matmata e le sue strutture troglodite e le città berbere abbandonate, Tataouine e la regione degli ksar, Ksar Ghilane e Douz e la zona dell'erg, e poi il lago salato, i jebel centrali, e le belle e vive città di Sfax, Sousse e Hammamet). Schema del viaggio:
 

Data

Partenza

Arrivo

Km

Tipo tappa

pernottamento

note tecniche

 

 

Giorno 0:

merc (o sabato)

 

partenza dello Staff a Genova. I partecipanti possono partire da altri porti ma devono essere comunque a Sousse entro la sera del giovedì.

 

 

 

Navigazione

 

 

traghetto

Giorno 1:

giov (o domenica)

sbarco e incontro presso La Goulette

Sousse

 

170

trasferimento e serata a Sousse

residence Boujafaar o hotel simili, sulla spiaggia

 

ASFALTO 

Giorno 2:

ven (o lunedì)

Sousse

Matmata 

 

 340

trasferimento (maggior parte asfalto) fino a Matmata. Cena e pernottamento

 

hotel troglodita (Marhala) 

 

volendo POSSIBILITA' ASFALTO 100% 

Giorno 3:

sab (o martedì)

Matmata

Tataouine 

 

160

visita della città berbera abbandonata e dei vari Ksour verso Tataouine. Pernottamento in Hotel

 

hotel  

POSSIBILITA' ASFALTO IN AUTONOMIA 

Giorno 4:

dom (o mercoledì)

 Tataouine

 Ksar Ghilane

 130

ca. 130 km, dipende dalle piste che faremo. 

 campo tendato

 (spartano)

 POSSIBILITA' ASFALTO IN AUTONOMIA

Giorno 5:

lun (o giovedì)

  Ksar Ghilane

 Douz

 

 90

tappa dedicata al deserto: piste sconfinate ed inusuali per raggiungere l'oasi

hotel

3 POSSIBILITA': DUNE PER 4X4 O MOTO "MONO", PISTE PER MOTO BIG O ASFALTO IN AUTONOMIA

Giorno 6:

mar (o venerdì)

 

 

Douz

 

 

Douz

 

 

0

 

giornata di "riposo" ma con tante cose da fare... volendo.

hotel 

visita di Tozeur o quad sulle dune o relax in hammam o escursioni col dromedario... o forse anche in ultraleggero...

 

Giorno 7:

mer (o sabato)

 

 Douz

Sfax

 

 

 350 

tappa motlo impegnativa, lunga, spettacolare ed inusuale, tra laghi salati in pratica sconosciuti (NON chott el jerid!) e piste alla base delle montagne... canyon e pianure... arrivo a Sfax in serata.

Ostello (se disponibile) o Hotel  POSSIBILITA' ASFALTO IN AUTONOMIA, COMUNQUE SPETTACOLARE

Giorno 8:

gio (o domenica)

 

Sfax 

 

Sousse

 

140

140 on road

240 misto off via il passo di Nasr Allah, NO per moto con passeggera

hotel sul mare POSSIBILITA' ASFSALTO IN AUTONOMIA + VISITA DEL ANFITEATRO DI EL JEM

Giorno 9:

ven (o lunedì)

 Sousse

 Hammamet

 98

asfalto

 hotel

possibilità tour in autonomia a Zaghouan 

Giorno 10:

sab (o martedì)

 Hammamet 

 

0

Vacanza sul mare

hotel 

 

Giorno 11:

dom (o mercoledì)

 

Hammamet => Imbarco a la Goulette

 

80

 

asfalto

 

traghetto

NEL CASO IL VIAGGIO VENGA EFFETTUATO CON PARTENZA DA GENOVA SABATO, E IL RITORNO E' DUNQUE GIOVEDì PER GENOVA C'è ANCORA UN GIORNO DI VACANZA IN PIU' CHE "DOVETE" AGGIUNGERE 

 
PROGRAMMA in dettaglio (under work)
 
Giorno 1 La Goulette - Sousse: sbarco a La Goulette / Tunisi. Svolgimento delle "formalità" doganali e di Polizia. Sopra abbiamo già "linkato" un articolo con queste formalità (tenete conto che i procedimenti possono variare... questo è uno schema di massima). Poi trasferimento verso l'Hotel a Sousse, via asfalto
Durante il trasferimento verso Sousse, presso la grande stazione di servizio TOTAL in autostrada (che NON è la prima che incontreremo, tra le stazioni di servizio, partendo dal porto di La Goulette) ci fermiamo a fare il pieno, a ricaricare le SIM Oredoo acquistate in porto (chi si è dimenticato di acquistarla può acquistarla presso il banco OREDOO alla Total, se è aperto) E CI FACCIAMO ATTIVARE IL TRAFFICO DATI PER UNA SETTIMANA, CHE SARA' UTILISSIMO PER RESTARE IN CONTATTO TRAMITE WHATSAPP DURANTE TUTTO IL VIAGGIO. Ovviamente dobbiamo avere un attimo di pazienza e scambiarci tutti i nuovi numeri!
A seconda dell'ora di arrivo al distributore, è possible fare uno spuntino/cena. Proseguiamo per Sousse. Andiamo a fare il check-in in Hotel, e poi chi lo preferisce, può andare a parcheggiare il proprio veicolo in un parchaggio al chiuso, per avere totale sicurezza (scelta consigliata specialmente ai possessori di piccole enduro). Cena e serata libera.
 
Giorno 2 Sousse - Matmata: SE NEL GIORNO PRECEDENTE NON FOSSE STATO POSSIBILE ATTIVARE IL TRAFFICO DATI alla Total (se arriviamo tardi magari il punto Oredoo è chiuso) ci armiamo di santa pazienza e andiamo a fare questa cosa a Sousse, PRIMA DI PARTIRE per Matmata! Oggi tappa per lo più asfaltata verso Matmata. Chi vuole può fare un tratto di pista, ma in un punto c'è da attraversare i binari del treno, e quindi ci devono essere almento TRE PERSONE per far passare una big enduro, e ALMENO DUE VEICOLI 4X4 se i veicoli 4x4 vogliono attraversare! E' una operazione NON ortodossa... Check-in in Hotel di stile "troglodita" (leggete qui cosa significa). Se il tempo lo consente, visita di Matmata e del piccolo Hotel sede di alcune scene di Star Wars. Cena in Hotel e pernottamento. L'Hotel NON ha bagni in camera, i bagni sono in comune.
 
14 matmata
 
Giorno 3 Matmata - Tataouine: Dopo la colazione, partiamo alla volta della più grande città berbera abbandonata in Tunisia, bellissima. Il pecorso, fuoristrada, è della "giusta difficoltà" per i grossi bicilindrici tassellati, mentre chiaramente è agevole per i 4x4. I panorami sono veramente simpatici, e la visita della città molto interessante! Vi racconteremo il perchè e il percome questa città è stata abbandonata, e come il vecchio regime cercasse "senza tanti complimenti" di amalgamare i berberi delle montagne con il resto della popolazione...
 
zraoua small zraoua 2
 
Dopo la visita proseguiamo (vedremo se è il caso di fare il medesimi percordo dell'andata - a ritroso - o scnedere dall'alto versante) e scemndiamo verso sud nella famosa zona degli "ksar" (al singolare: ksur). Ecco di cosa si tratta. Gli ksar sono numerosi, e numerose piste e strade asfaltate li collegano. Ne visiteremo un paio (nella foto sotto: Ksar Hadada), per poi scendere nel pomeriggio verso la cittadina di Tataouine (famosa anche per il suo "dinosauro", lì rinvenuto) over pernottiamo. Le piste di oggi sono di tipo sassoso, praticamente non c'è quasi sabbia se non qualcosina riportata dal vento.
 
ksar hadada dinosauro tataouine
 
Giorno 4 Tataouine - Ksar Ghilane: Oggi affrontiano i grandi spazi del sud della Tunisia, e ci avvicineremo dal deserto "pietroso" a quello sabbioso. Abbiamo scelto per voi alcune delle più belle piste che collegano l'est tunisino all'oasi di Ksar Ghilane.  Passeremo per la rocca di Douiret (foto sotto), che preferisco a Chenini, e poi proseguiremo nel deserto per circa 100 km (quindi senza incontrare luoghi abitati o altro) fino all'oasi meta di questa tappa. Il pernottamento all'Oasi avviene in un "campo tendato". Un campo tendato (a scanso di equivoci,  per chi non è esperto di deserto) è una struttura molto semplice. In questo caso il "nostro" campo tendato è formato da una serie di tende, costituite da una impalcature metallica che sostiene la tenda medesima. Il fondo della tenda è cementato, nel senso che non poggiate quindi i piedi direttamente nella sabbia. I letti, piuttosto puliti, sono dotati di matesasso, lenzuola e coperte, e c'è una lampadina per fare luce di notte. I servizi igienici sono a poche decine di metri. Metto delle foto per rendere l'idea. 
 
 douiret09 campotendato
 
L'oasi di Ksar Ghilane è famosa essenzialment per due "cose": la sua posizione geografica (è letteralmente a 2 passi dalle dune dell'erg orientale del Sahara) ed ha una spettacolare "pozza" termale con acqua calda che sgorga in continuazione dal sottosuolo. La presenza di alcuni (molti semplici) ristoranti (dimenticate la qualità e la varietà italiana ovviamente....) e "caffè", il noleggio di quad completano il quad...ro per delle belle ore di relax e avventura spartana.
 
 pozza pozza notte
 
Alcune foto dei dintorni dell'oasi.... dove potrete in sicurezza e tranquillità provare le vostre capacità di piloti sulla sabbia.. 
 
bmw dune small andrea dl
 
Giorno 5 Ksar Ghilane - Douz: Oggi affrontiamo la tappa che nell'immaginario classico è quella più "sahariana", ossia l'attraversamento del piccolo (in confronto alla vastità del Sahara!) erg di dune che separa Ksar Ghilane da Douz. Non mi è possibile qui descrivere tecnicamente il dettaglio la tappa, o meglio vi farò tre descrizioni distinte e brevi, perchè ora mentre scrivo non so come sarà composta la squadra di partecipanti, nè so quali servizi di logisitca avrete prenotato (solo guida in moto o guida in moto + guida in 4x4 di appoggio). In poche parole ci sono le seguenti possibilità:
 
viaggio nel quale sia stato ingaggiato solo 1 pilota moto (con moto biclindrica bmw):
* il tour leader accompagnerà i partecipanti lungo delle piste adatte ai bicilindrici, quindi chi (= moto enduro "mono" e 4x4) desidera andare a Douz via dune deve fare ciò in autonomia e sotto la propria responsabilità senza poter contare sullo Staff
 
viaggio nel quale sia stato ingaggiago 1 pilota moto + 1 veicolo 4x4 di assistenza:
* il tour leader in moto accompagnerà fino a Douz i partecipanti lungo delle piste adatte ai bicilindrici
* il tour leader in 4x4 accompagnerà le moto "mono" e i veicoli 4x4 a Douz via dune 
 
viaggio nel quale sia stato ingaggiato solo 1 veicolo 4x4 di assistenza:
* il tour leader potrà o accompagnare i 4x4 e le moto "mono" via dune a Douz (in tal caso i bicilindrici dovranno andare da soli via asfalto o piste a Douz senza l'appoggio dello Staff) o accompagnare i bicilindrici a Douz via piste, lasciando da soli i "mono" e i 4x4. Valuteremo insieme la situazione una volta che sia definito l'eleco di chi partecipa, e con che tipo di veicolo. Impossibile decidere ora a tavolino. La decisione finale del tour leader è comunque insindacabile (regola 11 del Regolamento di viaggio)
 
Una volta arrivati a Douz, si fa il check-in in Hotel (prima foto giorno 6, il nostro hotel preferito, il 20Mars, storico hotel dei viaggiatori del Sud tunisino) ed il pomeriggio o sera (dipende dall'ora di arrivo) è libera.
Per i gourmet c'è un ristorante di qualità superiore (da Sadok, seconda foto giorno 6) ad alcuni km fuori dalla cittadina, che però va prenotato per tempo (alcuni giorni prima). Quindi chiedere allo Staff in tempo e cercheremo di fare il possibile.
 
Giorno 6 Douz - Douz: Oggi primo giorno di "relax" e libertà. Chi lo desidera può lasciare la moto e il 4x4 fermi e godersi una giornata a "velocità del suf tunisino"... velocità molto più rilassata della nostra usuale italica vita stressante. Visitare i negozietti, fermarsi a bere un tè stanto al tavolino almeno venti minuti, parlare con la gente e coi ragazzi della "piazzetta", andare dal barbiere per barba e capelli. O andare in qualche hotel più lussuoso a fare l'hammam e un massaggio, o un giro coi quad o coi dromedari sulle dune. Per chi proprio non può fare ma meno del proprio veicolo, le dune subito a sud di Douz sono a vostra disposizione.... . Cena e pernottamento e... mi raccomando riposatevi che la tappa di domani è la più lunga e impegnativa.
 
20mars sadok douz
 
Giorno 7 Douz - Sfax:  TAPPA EPICA E MOLTO LUNGA. PARTENZA MOLTO PRESTO ALLA MATTINA!
 
Dopo la colazione in Hotel, inziamo forse la tappa meno "usuale" di questo viaggio, che ci porterà a scoprire varie tra le zone piu' belle della Tunisia, e allo stesso tempo meno battute dagli operatori turistici (e questo è per noi e per voi una ottima notizia!).
a) La giornata inizia con lo spettacolare attraversamento del lago salato (no... non è quello che state pensando: non andoamo a Chott el Jerid, troppo scontata come meta), e questo già varrebbe la tappa. Ma per non farci mancare niente, attraverseremo il lago in prossimità di strane e alte dune di sabbia bianca, molto diverse da quelle viste nei giorni scorsi, e proveremo a raggiungere gli sperduti pinnacoli di sabbia pietrificata e modellata dal vento. Questo è un video girato alcuni anni fa da noi: https://www.youtube.com/watch?v=uIaAEinejMQ . A SECONDA DELLA CONDIZIONI DEL LAGO (UMIDITA') E DEL TIPO DI VEICOLI CHE PARTECIPANO, NON E' GARANTITO CHE SI POSSANO RAGGIUNGERE I PINNACOLI, IL PERCORSO E' DIFFICILE.
sabbia compatta dune bianche
b) Dopo il lago salato saliremo verso uno dei passi più spettacolari della Tunisia, sulla cui cima sorgono dei villaggi berberi in pratica ora abbandonati. E' la zona che io chiamo della "piccola monument valley".
tunsia 153 monument valley
c) Dopo questo bellissimo passo raggiungiamo  il parco naturale con l'ultimo "spicchio" della antica savana africana (presente in Tunisia in modo molto più massiccio secoli o meglio millenni fa) dalla quale i romani prelevavano le fiere per i loro giochi (spesso mortali). Se siano fortunati vedremo anche le antilopi e gli struzzi nel Parco, c'è uno sterrato che lo circonda dal lato sud.
savana  savana2
d) dopo la "mini Savana" raggiungiamo lo spettacolare "piccolo canyon" (la Tunisia è piccola ma meravigliosa e sembra un Sahara in miniatura... in un viaggio  in Tunisia potete scoprire tutti gli aspetti geologici del Sahara in pochi giorni).
 canyon toy def 110 carico small
e) Uscendo dal canyon attraversiamo ancòra un passo (asfaltato putroppo) per giungere a dei villaggi berberi in quota. Durante tutta questa tappa ci sono panorami veramente fantastici. Una volta superato il passo, c'è un villaggio ove possiamo fare carburante e comprare da mangiare. La distanza dal distributore precedente è di 146 km sebbene a 90 km c'è un distributore ufficioso che fornisce benzina ma non è detto che abbia diesel.
f) Dopo il rifornimento ancora una porzione importante della tappa, in pianura, che ci porta a Sfax. Cena libera (di solito ceniamo in qualche ristornate in centro incontrando alcuni amici che abitano a Sfax) e pernottamento. E' possibile sistemare le moto e/o anche i 4x4 in un parcheggio al coperto, custodito, non lontano dal Hotel. Poi si torna all'Hotel col taxi.
Giorno 8 Sfax - Sousse:  Dopo la tappa marathon di ieri, ci aspetta una tappa un poì più leggera ma da non sottovalutare. Dopo la prima parte di allontanamento da Sfax, proseguiamo lungo piacevoli piste leggermente sabbiose, tra villaggi e coltvazioni di fichi d'india. Attraversiamo delle cittadine per nulla turistiche, e poi ancora piste fino ad arrivare al guado. Usualmente è quasi asciutto (foto a sinistra) ma un giorno lo trovai più "in forma"... (nella foto ci sono io con la mia vecchia BMW... a mollo). Dopo il guado proseguiamo all'interno del "uadi" (per la foto sono andato sulla sommità delle sponde).
 
roby grin guado franz franz over guado nasallah3
sousse prima del guado
 
Proseguiamo poi, alternando asfalto a sterrati, al passo sulla montagna di Nasr'Allah. E' un passo molto bello ma non adatto a moto con passeggere... a meno che non vogliano farsi qualche passeggiatina nei passaggio più impegnativi. E' comunque un percorso alla portata dei big twin, e ovviamente è agevole per i 4x4 e divertente per i monocilindrici. Pausa tè nel (per nulla turistico) villaggio alla base del passo... e poi ancora asfalto e qualche sterrato per l'avvicinamento a Sousse. Tappa impegnativa anche oggi in effetti!
 
Giorno 9 Sousse - Hammamet:  Tappa finalmente più "leggera" (meno di 100 km)ma comunque intrigante, infatti chi lo desidera può andare a Hammamet via asfalto, ma lo Staff vi porterà a fare ancora un po' di off-road (parzialmente esplorativo!) tra le colline della Tunisia del nord. Arrivo a Hammamet nel primo pomeriggio, poi relax e serata libera, cercando di goderci la bella Hammamet.... anche se non è più quella di un tempo (dei tempi di Ben Alì per intenderci).
 
hammamet hammamet3
 
Giorno 10  Hammame- Hammamet:  Giornata di relax! Tra ristoranti di pesce e non solo, hotel con piscine e hammam, spiagge, discoteche.... con un po' di dinari a disposizione sopravviverete e vi divertirete... o alla peggio vi risposerete.
 
Giorno 11 Hammamet - imbarco a LaGoulette:  Tappa di trasferimento per l'Imbarco. Nota: se la partenza è avvenuta DA GENOVA SABATO, E IL RITORNO E' DUNQUE GIOVEDì PER GENOVA C'è ANCORA UN GIORNO DI VACANZA IN PIU' CHE "DOVETE" AGGIUNGERE. Se invece la partenza è avvenuta Mercoledì, il ritorno giovedì è "perfetto".
 
Costo: vedasi qui. Leggete con calma e attenzione. In poche parole il costo dipende da quanti partecipanti ci sono e quali servizi di logistica vogliate "prenotare". Contattateci e vi diremo i dettagli per la data di partenza di vostro interesse.
 
 francesco meriani merlo
fondatore di tunisialternativa.it
firma franz