Tutto sulla Tunisia domande generali sui viaggi in Tunisia

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

Bella domanda...

Oddio, la si può interpretare in vari modi. Tunisia e Marocco sono destinazioni molto diverse, sotto tanti aspetti. Dalle distanze, ai costi, ai tempi. Il Marocco è molto più lontano e anche molto più grande, cosicchè un viaggio in Marocco (sia esso in MTBike, moto, 4x4 o trekking ecc ecc) sarà sempre più costoso di un viaggio in Tunisia, e necessiterà di almeno due settimane, a meno che non si tratti di un viaggio via area ove trovate lo Staff già in loco (Staff che quindi partirà ben prima di voi e rientrerà dopo di voi), allora una settimana potrebbe anche bastare.

Anche geograficamente il Marocco e la Tunisia sono diversi, e anche le città sono diverse, il Marocco certo ha panorami e città anche più interessanti della Tunisia per vari aspetti... ma tutto questo ha poco senso. E' come dire è più bella la Francia o la Germania? Ha poco senso. Si va in Germania e in Francia.... e poi al caso si torna... o in uno Stato o nell'altro o si va a vederne un terzo.

Ma a dire il vero ogni tanto questa domanda me la fanno sottointendendo che il Marocco è più sicuro della Tunisia. Per questo aspetto rimando alla sezione di cui parliamo di questo argomento.

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

(si ringrazia l'amico Angelo C. per buona parte della stesura di questo testo!)

Formalità di ingresso in Tunisia aggiornate a gennaio 2017

Operazioni CONSIGLIATE da svolgere a casa

  • Controllare che il passaporto sia valido e, possibilmente, che non scada entro 6 mesi dall’ingresso in Tunisia. Farne una fotocopia per sicurezza
  • Fotocopiare il libretto di circolazione
  • Controllare se la propria assicurazione auto copra anche la Tunisia (carta verde). Farne fotocopia per sicurezza.

Conservare le fotocopie separatamente dai documenti originali, ovviamente.

Formalità di imbarco a Genova (da svolgersi insieme allo staff)

  • Parcheggiata l’auto nel piazzale antistante l’imbarco, salire all’ultimo piano della costruzione sulla destra (scale mobili interne, scale in metallo all’esterno) portando documenti personali e del veicolo
  • Recarsi al banco GNV per ritirare il biglietto e la fiche di da compilarsi al momento (SE AVETE UN BIGLIETTO DI GRUPPO queste operazioni viene fatta dal capogruppo che vi consegnerà il biglietto e la fiche da compilare)
  • Dopo averla compilata, recarsi al vicino banco di polizia per il timbro di uscita dall’Italia
  • Attendere presso l’auto che il personale GNV regoli l’imbarco.

Operazioni da svolgere durante la navigazione

  • Portare con sé i documenti e tutto l’occorrente per la navigazione: cibo, vestiti ricambio, medicinali…. Non è consentito entrare nel garage dopo la partenza
  • Accertatevi che il telefono non si colleghi “accidentalmente” alla rete satellitare della nave, disattivate la connessione dati! 
  • Durante la navigazione verranno distribuite le schede di ingresso in Tunisia, scritte in francese e arabo: una con i dati personali e un’altra relativa al veicolo. Compilarle prima di scendere.
  • In francese “Nom” indica il cognome, “Prenom” il nome, ove trovate la scritta “Venant de” scrivete Genova, “Allant à” scrivete Tourisme
  • L’accesso ai garage per lo sbarco a Tunisi viene regolamentata dal personale GNV per chiamata a seconda del garage in cui avete lasciato l’auto (conservare il cartellino che vi hanno consegnato all’imbarco).

Formalità a terra per l’ingresso in Tunisia

  • Allo sbarco venite guidati a una serie di corsie coperte nell'area doganale del Porto di LaGoulette / Tunisi
  • Primo controllo: Polizia: presentare tutti gli occupanti del veicolo con il passaporto, non serve il libretto del veicolo..
  • Secondo controllo: Dogana. Attendere l’arrivo (random) del doganiere di turno. Verrete avvicinati da qualche faccendiere che vi consegna alcuni moduli relativi al veicolo e alla dichiarazione dei beni che trasportate: telefono, computer, ricambi… Probabilmente vi faranno scaricare buona parte dei bagagli e aprirne alcuni per controllare il contenuto. Cercano materiale che potreste vendere e armi. Chiederanno se avete alcolici e, forse, se potete lasciare qualche birra: io non ho mai lasciato nulla. Lasciate invece una mancia al faccendiere in euro (5€ dovrebbero andare bene). E' possibile anche anche il Doganiere in divisa (quello che firma il modulo di avvenuto controllo) vi chieda una mancia... 10€ saranno molto ben accetti. Si può anche far finta di non capire o non dare nulla... ma come dice Checco Zalone "non è corruzione, non è concussiome, è educazione..."
  • Al termine del controllo il doganiere rilascia un foglio che autorizza l’importazione del veicolo per tre mesi. Questo va convalidato e registrato in un piccolo ufficio che vi verrà indicato.
  • Cambiate un pochi di euro in dinari per versare, in un altro ufficio, la tassa di entrata del veicolo (30 dinari per veicolo). La procedura di importazione temporanea è conclusa.
  • Se non avete l’assicurazione valida per la Tunisia (controllate sulla carta verde che non sia esclusa!) fatela nell’apposito ufficio nelle vicinanze.
  • Sempre all'intero dell'area doganale acquistate la scheda telefonica tunisina (operatore OREDOO). Comprate solo la tessera e NON fatela ricaricare in quanto NON potreste controllare che la ricarica sia stata veramente fatta. Talvolta intascano i soldi e non ricaricano un piffero). Invece quando sarete nella prima città, in un negozio Oredoo (O ANCHE ALLA STAZIONE DI SERVIZIO TOTAL IN AUTOSTRADA POCO DOPO ESSERE PARTITI PER LA PRIMA TAPPA) potete controllare in tempo reale il saldo della SIM, che avrete già inserito nel vs. telefonino).
  • Potete recarvi all’uscita.
  • Attendete all’esterno il resto del gruppo e difendetevi da simpatici venditori di souvenir.

 

  • Altre informazioni e consigli
  • Il cambio attuale è di circa 100 € = 244 DT ed è uguale in tutte le banche. Il mercato nero, rischioso come ovunque, è poco diffuso.
  • Conviene cambiare direttamente all’ufficio cambi in dogana una cifra che possa ragionevolmente coprire le vostre spese almeno fino alla prossima città. Il cambio in albergo è in genere meno vantaggioso.
  • I bancomat sono diffusi ovunque e funzionano bene. Erogano dinari, solo a Tunisi ho visto un bancomat che erogasse anche euro. Il tasso di cambio della vostra banca sarà però meno vantaggioso e pagherete una commissione di circa 2€ a operazione
  • Costo gasolio 1,15DT/litro circa 0.47€ , benzina 1,65 DT/litro circa 0.66 €

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

Il furto di un veicolo in Tunisia è un evento RARISSIMO ma non NULLO. Se però accade, la situazione è abbastanza seria, purtroppo. Si tratta di un problema doganale che NON è segnalato nè sul sito web del Ministero del Turismo Tunisino nè sul sito del ns. Ministero degli Esteri. In poche parole, il problema nasce dal fatto che la Tunisia ha una legge molto stretta sull'importazione di veicoli, e questo porta ad un certo giro di importazione illegale. E' accaduto in passato quindi che alcune persone abbiamo importato dei veicoli come importazione temporanea (ossia quella che fate voi quando fate un viaggio di una o due settimane in Tunisia) e ne abbiamo poi spiegato la "sparizione" con un furto, in questo modo era possibile evitare la tassa doganale di importazione, anche se ovviamente poi l'acquirente si ritrovava ad avere un veicolo "illegale", ma per le moto che prendevano la direzione dell'Algeria o della Libia, questo è un problema relativo.

La conseguenza di ciò è che ora NON bastano più i documenti della denuncia di furto (redatti dalla Polizia) per lasciare il Paese senza il proprio veicolo. Per il semplice motivo che la Dogana tunisina è (purtroppo) libera di "credere" o NON CREDERE alla buona fede del turista, in altre parole la Dogana può chiedere al turista di pagare la tassa di importazione del veicolo, se ritiene che il turista abbia agito con dolo per  importare in Tunisia illegalmente il veicolo vendendolo "in nero". 

La tassa equivale più o meno al 100% del valore commerciale dei veicolo, stimato secondo delle tabelle in mano alla Dogana tunisina. E visto che il valore dei veicoli importati in Tunisia è piuttosto alto, ci si può ritrovare a dover pagare una cifra che di fatto è ancora maggiore del reale valore di mercato del veicolo in Italia. E' possibile fare ricorso e chiedere alla Dogana una riduzione della stima del valore, ma questa riduzione può essere anche minima, o nulla.

Il passo successivo è una richiesta dell'Ambasciata Italiana a Tunisi alla Dogana, per diminuire (anche fino al 90%) il valore stimato dalla Dogana medesima. Dal momento del furto al momento della richiesta dell'Ambasciata, passa almeno una settimana, tra una cosa e l'altra. Se il veicolo NON viene ritrovato, si è costretti quindi a pagare questo dazio, quindi oltre il danno del furto anche la beffa e l'offesa di essere considerati collusi con dei malviventi.

RACCOMANDIAMO QUINDI tutti i proprietari di piccole enduro specialistiche di ASSICURARLE CONTRO IL FURTO, e di stipulare una polizza di ASSISTENZA LEGALE (tipo quella all-inclusive di EuropAssistance, che include anche rimborsi spese e assistenza sanitaria e meccanica) VISTO CHE IN CASO DI FURTO IL TOUR LEADER DOVRA' COMUNQUE PROSEGUIRE IL VIAGGIO CON IL RESTO DEL GRUPPO, E QUINDI NON POTRA' RESTARE AL VOSTRO FIANCO.

La nostra Agenzia (come d'altra parte tutte) NON è tenuta (nè ha le conoscenze legali) a fornire a Clienti assistenza legale in questi casi, siamo una Agenzia viaggi non uno studio legale o di investigazione privata. Sottolineo questo perchè, molto comprensibilmente, il Cliente che viene derubato si sente poi magari "abbandonato" dall'Agenzia viaggi, che d'altra parte deve per forza continuare il viaggio, visto che il resto del gruppo ha pagato per un servizio e deve ottenerlo. Il tour leader quindi non può annullare il viaggio per un caso di furto.

A meno che tutto il gruppo non decida di sospendere il viaggio e restare fisicamente vicino alla persona che ha subito il furto (quindi perdendo i pernottamenti presso gli altri Hotels prenotati in altre città, e dovendosi pagare l'Hotel presso il quale si desidera fermarsi presso il luogo del furto), il tour operator è costretto a proseguire. Certamente faremo il possibile per restare in contatto telefonico ogni giorno con il derubato, fornendo suggerimenti e contatti telefonici per trovare un avvocato o per poter ottenere un veicolo a noleggio eccetera, ma dovete essere sempre coscienti che un viaggio in Africa non è una scampagnata dietro casa, e la burocrazia africana e tunisina in questo caso, non guarda in faccia a nessuno.

CONSIGLIAMO QUINDI SEMPRE UNA ASSISTENZA LEGALE che va "pre acquistata" con una Assicurazione o pagato in loco. Idem per i rimborsi delle spese dovute al furto, vanno coperte con una adeguata Assicurazione.

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

Le previsioni del tempo le potete seguire qui, è molto dettagliato e preciso: http://www.yr.no/sted/Tunisia/

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
Siamo registrati in Croazia perchè... viviamo in Croazia. Io sono un cittadino italiano che da tempo si è trasferito qui (per motivi... matrimoniali) e la nostra Direttrice tecnica invece è una cittadina di nazionalità croata ed etnia italiana (in altre parole: minoranza italiana che vive in Croazia).
Non preoccupatevi... capiamo la vostra domanda. Alcuni pensano che siamo registrati in Croazia per motivi "fiscali"... e che magari viviamo in Italia. Invece stiamo nella bellisissma Istria, dove ovviamente ci occupiamo di turismo, quando non siamo in Tunisia.
Per qualsiasi altra domanda o curiosità... siamo a vostra disposizione.

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
Bella domanda, come anche quella sul perchè i nostri viaggi sono diversi da quelli degli altri. Allora, il tour leader (in quanto rappresentante di Camelus tour operator) è tecnicamente tenuto a fornirvi tutti i servizi per i quali voi avete pagato. E' ovvio che in un viaggio-avventura nel deserto, ci possono essere delle variazioni al programma e delle "mancanze" non dovute al tour leader, quindi vale sempre la regola di avere una certa dose di flessibilità e non pretendere che le cose siano come in Europa.
 
IN CASO DI PROBLEMI (legati a sinistri, furti, guasti meccanici o quant'altro) IL TOUR LEADER FARA' PER VOI QUELLO CHE PUO', CONSIDERANDO CHE NON E' UN AVVOCATO... TUNISINO O UN AGENTE DI POLIZIA! SE IL PROBLEMA CHE INSORGE NON BLOCCA TUTTO IL GRUPPO, E' CHIARO CHE IL TOUR LEADER DOVRA' PROSEGUIRE IL VIAGGIO PER FONIRE AL GRUPPO I SERVIZI PER I QUALI HANNO PAGATO, QUINDI A MENO CHE TUTTO IL GRUPPO NON RINUNCI VOLONTARIAMEBTE E ALL'UNANIMITA' - senza poter pretendere rimborsi o indenizzi - AL PROSEGUIMENTO DEL TOUR (PER RESTARE VICINI ALLA PERSONA COL PROBLEMA) LA PERSONA "SFORTUNATA" RESTERA' SOLA. QUESTO NON PER CATTIVERIA O POCA PROFESSIONALITA', MA PER EVIDENTI MOTIVI PRATICI: NON S' POSSIBILE CHE IL TOUR LEADER SI TROVI IN DUE POSTI DIVERSI ALLO STESSO MOMENTO: quindi o segue lo sfortunato o segue tutto il gruppo restante!
 
SE DESIDERATE UN SUPPORTO LEGALE (a parte che il tour leader vi fornirà dei riferimenti in loco per ottenerlo) E/O SANITARIO DOVETE ACQUISTARE O FAR ACQUISTARE A CAMELUS PER VOI, UNA ASSICUAZIONE ADEGUATA prima di partire! NON POTETE PRETENDERE CHE IL TOUR LEADER DIVENTI DI VOLTA IN VOLTA AVVOCATO O INVESTIGATORE O MEDICO... no?
 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
 
AGGIORNATO 19 ottobre 2017 (lo scorso viaggio lo abbiamo compiuto a maggio, e tra l'altro è stato bellissimo :-) ) Tunisialternativa / Camelus tour operator rimane sempre aggiornato riguardo la situazione in Tunisia seguendo in tempo reale i principali siti d'informazione tunisina (NON siti italiani / internazionali ma direttamente le fondi di informazioni sul terreno tunisino, sia giornalistiche che istituzionali (ministero dell'Interno). Ovviamente qui non possiamo rispondere alla vostra domanda, per il semplice motivo che... non sappiamo quando leggerete la risposta: per la situazione in Tunisia rimandiamo quindi alla pagina ufficiale del Ministero degli Esteri italiano che è l'Ente più titolato ad aggiornarvi ufficialmente su questo argomento. Quello che possiamo invece dirvi è come ci comportiamo in funzione della situazione socio/politica che potrete trovare.
 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
Grazie per averci fatto questa domanda, che ci da l'occasione di affrontare un argomento importante, visti i tanti(ssimi) che propongono viaggi avventura in Tunisia.
Ovviamente la risposta non è una singola "frase magica"... leggendo e visitando il nostro sito, capirete i tanti motivi per i quali siamo diversi dagli altri. Qui elencheremo alcuni motivi "specifici".
Innanzitutto un complimento per la parola scelta nella domanda "differenti": se aveste chiesto perchè i nostri viaggi sono MIGLIORI di quelli degli altri, avremmo detto che non era vero. I nostri viaggi NON sono migliori di quelli degli altri, sono DIFFERENTI, UNICI. Se poi desiderate sovrapporre i concetti di "unico" e "migliore"... vi ringraziamo, allora e solo in quel caso possiamo dire che siamo I MIGLIORI.
 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

Anche questa è una domanda da 1000 dollari. Tra l'altro chi ha letto le due righe su di me, sa che sono farmacista. Orbene, è vero che una cassetta di pronto soccorso, più fornita è meglio è... però io qui vi elencherò solamente i farmaci che in questi anni ho "selezionato" come i più utili, tralasciando i tanti farmaci che mi sono sempre portato dietro e non ho mai usato. Infatti, devo dire la verità, nel 2003 iniziai a viaggiare nel deserto portandomi dietro una bella...cassettona di pronto soccorso, poi negli anni (e qui si vede che viena a galla la medesima filosofia che si applica alla preparazione del veicolo) ho gradualmente fatto "dimagrire" la cassetta, e questi alla fine sono i farmaci che ritengo normalmente utili. OVVIAMENTE parlo di persone in perfetto stato di salute, poi ognuno deve preoccuparsi dei farmaci specifici per le proprie eventuali patologie o per i propri usi... usuali (chessà... crema solare, labello, crema anti stiramenti o altro per motociclisti o corridori, integratori salini ecc, dipende dall'evento e dalla stagione). Quindi di base:

Valutazione attuale: 4 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Inactive
Domanda da 1000 dollari... vi ringrazio di averla fatta visto che in questi anni è capitato "di tutto"... tra le cose più incredibili, una signora (quella che è arrivata con la moto e con il... furgone, leggi qui) che ha portato -tra gli altri metri cubi di roba - 1 litro di liquido per sterilizzare chimicamente i biberon (?!) perchè probabilmente aveva letto da qualche parte che c'era il rischio di contrarre qualche patologia bevendo l'acqua... forse pensava che la avrei fatta bere con la cannuccia da qualche pozza d'acqua stagnante? Quindi meglio spiegare le cose per bene. 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
SI, certamente. E' possibile partecipare come passeggero sul veicolo dell'organizzazione, questa è la scelta più economica, in alternativa per "osare di più" è possibile noleggiare una moto da enduro o un 4x4 da noleggio4x4.com

Informazioni aggiuntive