Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
 

(si ringrazia l'amico Angelo C. per buona parte della stesura di questo testo!)

Formalità di ingresso in Tunisia aggiornate a gennaio 2017

Operazioni CONSIGLIATE da svolgere a casa

  • Controllare che il passaporto sia valido e, possibilmente, che non scada entro 6 mesi dall’ingresso in Tunisia. Farne una fotocopia per sicurezza
  • Fotocopiare il libretto di circolazione
  • Controllare se la propria assicurazione auto copra anche la Tunisia (carta verde). Farne fotocopia per sicurezza.

Conservare le fotocopie separatamente dai documenti originali, ovviamente.

Formalità di imbarco a Genova (da svolgersi insieme allo staff)

  • Parcheggiata l’auto nel piazzale antistante l’imbarco, salire all’ultimo piano della costruzione sulla destra (scale mobili interne, scale in metallo all’esterno) portando documenti personali e del veicolo
  • Recarsi al banco GNV per ritirare il biglietto e la fiche di da compilarsi al momento (SE AVETE UN BIGLIETTO DI GRUPPO queste operazioni viene fatta dal capogruppo che vi consegnerà il biglietto e la fiche da compilare)
  • Dopo averla compilata, recarsi al vicino banco di polizia per il timbro di uscita dall’Italia
  • Attendere presso l’auto che il personale GNV regoli l’imbarco.

Operazioni da svolgere durante la navigazione

  • Portare con sé i documenti e tutto l’occorrente per la navigazione: cibo, vestiti ricambio, medicinali…. Non è consentito entrare nel garage dopo la partenza
  • Accertatevi che il telefono non si colleghi “accidentalmente” alla rete satellitare della nave, disattivate la connessione dati! 
  • Durante la navigazione verranno distribuite le schede di ingresso in Tunisia, scritte in francese e arabo: una con i dati personali e un’altra relativa al veicolo. Compilarle prima di scendere.
  • In francese “Nom” indica il cognome, “Prenom” il nome, ove trovate la scritta “Venant de” scrivete Genova, “Allant à” scrivete Tourisme
  • L’accesso ai garage per lo sbarco a Tunisi viene regolamentata dal personale GNV per chiamata a seconda del garage in cui avete lasciato l’auto (conservare il cartellino che vi hanno consegnato all’imbarco).

Formalità a terra per l’ingresso in Tunisia

  • Allo sbarco venite guidati a una serie di corsie coperte nell'area doganale del Porto di LaGoulette / Tunisi
  • Primo controllo: Polizia: presentare tutti gli occupanti del veicolo con il passaporto, non serve il libretto del veicolo..
  • Secondo controllo: Dogana. Attendere l’arrivo (random) del doganiere di turno. Verrete avvicinati da qualche faccendiere che vi consegna alcuni moduli relativi al veicolo e alla dichiarazione dei beni che trasportate: telefono, computer, ricambi… Probabilmente vi faranno scaricare buona parte dei bagagli e aprirne alcuni per controllare il contenuto. Cercano materiale che potreste vendere e armi. Chiederanno se avete alcolici e, forse, se potete lasciare qualche birra: io non ho mai lasciato nulla. Lasciate invece una mancia al faccendiere in euro (5€ dovrebbero andare bene). E' possibile anche anche il Doganiere in divisa (quello che firma il modulo di avvenuto controllo) vi chieda una mancia... 10€ saranno molto ben accetti. Si può anche far finta di non capire o non dare nulla... ma come dice Checco Zalone "non è corruzione, non è concussiome, è educazione..."
  • Al termine del controllo il doganiere rilascia un foglio che autorizza l’importazione del veicolo per tre mesi. Questo va convalidato e registrato in un piccolo ufficio che vi verrà indicato.
  • Cambiate un pochi di euro in dinari per versare, in un altro ufficio, la tassa di entrata del veicolo (30 dinari per veicolo). La procedura di importazione temporanea è conclusa.
  • Se non avete l’assicurazione valida per la Tunisia (controllate sulla carta verde che non sia esclusa!) fatela nell’apposito ufficio nelle vicinanze.
  • Sempre all'intero dell'area doganale acquistate la scheda telefonica tunisina (operatore OREDOO). Comprate solo la tessera e NON fatela ricaricare in quanto NON potreste controllare che la ricarica sia stata veramente fatta. Talvolta intascano i soldi e non ricaricano un piffero). Invece quando sarete nella prima città, in un negozio Oredoo (O ANCHE ALLA STAZIONE DI SERVIZIO TOTAL IN AUTOSTRADA POCO DOPO ESSERE PARTITI PER LA PRIMA TAPPA) potete controllare in tempo reale il saldo della SIM, che avrete già inserito nel vs. telefonino).
  • Potete recarvi all’uscita.
  • Attendete all’esterno il resto del gruppo e difendetevi da simpatici venditori di souvenir.

 

  • Altre informazioni e consigli
  • Il cambio attuale è di circa 100 € = 244 DT ed è uguale in tutte le banche. Il mercato nero, rischioso come ovunque, è poco diffuso.
  • Conviene cambiare direttamente all’ufficio cambi in dogana una cifra che possa ragionevolmente coprire le vostre spese almeno fino alla prossima città. Il cambio in albergo è in genere meno vantaggioso.
  • I bancomat sono diffusi ovunque e funzionano bene. Erogano dinari, solo a Tunisi ho visto un bancomat che erogasse anche euro. Il tasso di cambio della vostra banca sarà però meno vantaggioso e pagherete una commissione di circa 2€ a operazione
  • Costo gasolio 1,15DT/litro circa 0.47€ , benzina 1,65 DT/litro circa 0.66 €

Informazioni aggiuntive